6

Come sono fatti gli Impianti Dentali?

 

Impianti Dentali a carico immediato

Gli impianti dentali è una radice artificiale del dente, costituita da una vite di titanio inserita direttamente all’interno dell’osso mandibolare (o in alcuni casi di quello mascellare) del paziente, come avviene normalmente in un dente reale.

Questo tipo di dispositivo medico permette di riabilitare, sia da un punto di visto estetico ma anche da un punto di vista funzionale, la perdita o la mancanza fin dalla nascita di uno o più denti.

 

Gli Impianti Dentali e le loro caratteristiche

 

L’impianto dentale possiede una forma cilindrica, di dimensioni diverse in base alla quantità di osso presente.

Esso è costituito da 2 componenti fondamentali:

  • il primo viene chiamato pilastro, e consiste in un cilindro di Titanio, a volte in Zirconio (entrambi materiali completamente compatibili e per nulla dannosi con il nostro organismo), realizzabile in dimensioni differenti a seconda della necessità;
  • la seconda parte viene definita vite. Essa è realizzata sempre e solo in titanio.

 

Come si applicano gli Impianti ai Denti

 

La vite viene impiantata direttamente all’interno dell’osso mascellare, mentre il pilastro funge sostanzialmente da connettore tra la vite e la corona.

La corona è una capsula protesica che non fa parte dell’impianto denti vero e proprio, ma è un componente aggiuntivo che però insieme alla vite e al pilastro vanno a costituire il dente da ricostruire.

La corona può essere realizzata in ceramica integrale, con un metallo ceramico o con un tipo di metallo composito.

L’impianto dentale può essere utilizzato per sostituire un singolo dente, più denti o anche tutti i denti nel caso essi dovessero mancare.

 

Tipologie di Impianti Dentali a confronto

 

Esistono 2 tipi fondamentali di impianti dentali: l’impianto dentale definito a carico immediato, e il l’impianto dentale a 2 fasi.

  1. Nel primo caso gli impianti vengono fissati direttamente senza la necessità di tagliare la gengiva per poter inserire il pilastro. Una volta inserito l’impianto viene applicata la corona. Per poter procedere all’installazione degli impianti dentali a carico immediato è necessario che il paziente disponga di una buona qualità ma soprattutto di una buona quantità di osso mascellare;
  2. Il secondo tipo di impianti denti, come dice il nome stesso, prevedono invece 2 fasi distinte. Nella prima fase, come con l’impianto descritto in precedenza, esso viene inserito ed incastrato all’interno dell’osso. Per procedere con la seconda fase, che consiste nell’avvitare il pilastro alla vite già inserita, e di conseguenza cementerà la corona protesica che andrà a costituire la parte visibile del dente, bisognerà aspettare un periodo che varia dai 3/4 mesi per quanto riguarda la mascella inferiore, mentre per la mascella superiore i tempi di attesa vanno da 5 a 6 mesi.

 

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply